Ingredienti:
  • 10-12 ZUCCHINE “CENTENARIE O SPINOSE”
  • SALE FINO Q.B.
  • OLIO DI OLIVA Q.B.
  • 2-3 SPICCHI DI AGLIO
  • 2-3 PEPERONCINI PICCANTI (se graditi)
  • 6-7 FOGLIE DI BASILICO O MENTA SPEZZETTATE
  • 2 CUCCHIAINI DI ORIGANO ESSICCATO
  • ACETO BIANCO Q.B.
Questa è una ricetta antica tipica delle regioni del sud Italia, che viene tramandata da generazioni, e si fa ad occhio, ma io cercherò di essere un po’ più precisa. Per prima cosa, munirsi di guanti puliti da giardiniere, per proteggere le mani dalle spine. Pelare bene tutte le zucchine, togliere il “cuore dell’ortaggio” tagliarle a listarelle (come fossero patatine da friggere), versarle in un contenitore insieme a 3-4 cucchiai scarsi di sale fino, ed 1-2 bicchieri di aceto (dipende da quante zucchine preparate e dalla loro grandezza). Mescolare bene, coprire con un piatto un po’ pesante tutte le zucchine, e lasciate riposare il tutto per una notte. Il giorno dopo, portare a bollore in un pentolone capiente, circa 3-4 litri di acqua con 3-4 bicchieri di aceto bianco, versare dentro gli ortaggi precedentemente scolati, lasciare cuocere per 1 minuto, non di più, versare il tutto in uno scolapasta con all’interno un canovaccio pulito che non odori di detersivo, chiudere a mò di fagotto e mettere sotto peso per almeno 6-7 ore o anche di più (Se avete un torchietto da usare per questa operazione è meglio). Trascorso il tempo, togliere dal canovaccio gli ortaggi, e condire con: olio di oliva, aglio a fettine, menta o basilico (o entrambi), origano, peperoncino e sale (solo se necessario, prima provate le zucchine), mescolare molto bene e riempire i vasetti precedentemente sterilizzati ed asciugati, fino ad 1-2 cm dal bordo, avendo cura di pressarle bene con le mani o un cucchiaio pulito. Coprire con l’olio di oliva, chiudere con i tappi ma non avvitarli, poichè nelle ore successive, potrebbe essere necessario aggiungere altro olio. Dopo un paio di giorni, avvitare i tappi e conservare in dispensa per non più di 3-4 mesi.